Il Tartufaio Italiano

Login Form

Chi Siamo

 Cos’è F. N. A. T. I. ?

E’ la Federazione Nazionale delle Associazioni Tartufai Italiana, raggruppa le Associazioni locali di ricercatori di tartufi presenti in Italia; cerca di coordinarne gli interventi per una comune difesa del tartufaio e del suo mondo.

 

Quali sono gli scopi?

Riportiamo alcuni dei principali scopi della federazione sanciti dal proprio Statuto sociale il quale recita all’art. tre:

  • ha lo scopo di “tutelare la libera ricerca”, la difesa a il mantenimento del territorio a vocazione tartufigena;

  • è un centro permanente di vita associativa che ha lo scopo di sviluppare, valorizzare, coordinare e assistere l’attività delle Associazioni tartufai e tartuficoltori presenti in Italia.

 

Rientrano a titolo esemplificativo, tra le finalità della Federazione:

  • la valorizzazione del “tartufo italiano” nelle specie riconosciute dalla normativa nazionale;

  • la partecipazione attiva alla valorizzazione e salvaguardia del territorio e dell’ambiente delle zone tartufigene particolarmente vocate;

  • l’opera di sensibilizzazione nei confronti delle Associazioni aderenti per una corretta attività di ricerca e di raccolta del tartufo, volta alla salvaguardia dell’ambiente, con particolare attenzione al rimboschimento dell’ambiente tartufigeno;

  • la tutela, la valorizzazione e la gestione diretta di aree sperimentali di ricerca del tartufo;

  • la raccolta e lo scambio d’informazioni teoriche e tecniche su tutto ciò che concerne l’attività tartufigena;

  • l’assistenza tecnica e amministrativa all’attività delle Associazioni aderenti;

  • mantenimento dei rapporti con le Amministrazioni e le forze politiche, sia a livello nazionale che locale, a nome e per conto di tutte le Associazioni aderenti, al fine di promuovere una sensibilità politica verso una cultura che abbia riscontri positivi per i tartufai;

  • studio della legislazione in materia di tartufo al fine della sua corretta applicazione da parte delle Associazioni aderenti, nonché la collaborazione propositiva alla stesura di nuovi testi normativi volti a introdurre modifiche migliorative alle leggi vigenti;

  • l’attivazione di tutte le iniziative volte a ottenere il riconoscimento del cane da tartufo;

  • contribuire con la propria presenza, alle singole manifestazioni promozionali e tecniche dedicate al tartufo.

 parco01

La sede sociale e la segreteria

Si trovano presso una struttura pubblica del Comune di Fiorano, denominata “Cà rossa” situata nel cuore della Riserva naturale regionale “Salse di Nirano”, Via Rio Salse n. 2 – II° tronco, Nirano di Fiorano Modenese. Nella struttura è compreso anche un piccolo Ecomuseo.

carossa olivo

caros 01 col

caros 04 col

Le salse sono composte di vulcanetti che emettono a intervalli fanghi misti a idrocarburi, attorno ai quali vegeta unicamente una sola specie particolare d’erba denominata ”Alofila”, raro vegetale protetto a livello europeo per la biodiversità.

18

 

riserva puccinellia 2

 

Il paesaggio circostante è ricco di calanchi composti di formazioni di argille scagliose di color grigio azzurro, dell’epoca geologica del Pliocene, che i tartufai ben conoscono poichè nelle pendici, vi prosperano i tartufi bianchi pregiati (T. Magnatum Pico).

gruppo conetti

 

riserva fig 1

Dalla riserva si possono udire distintamente i ruggiti caratteristici dei motori dei bolidi rossi Ferrari di Maranello, che provano nella vicina pista che si sviluppa nel territorio fioranese.

La Federazione è stata socio fondatore del G. E. T. T. (Gruppo Europeo Tartufo e Tartuficoltura), di cui è membro. Questo importante organismo si sta occupando del tartufo e della tartuficoltura a livello europeo.

Ha pure contribuito a redarre le norme CEE-ONU attualmente in vigori, riguardanti il consumo e il commercio dei tartufi freschi.

Si sta anche interessando del coordinamento della sperimentazione e per ottenere misure comunitarie in favore del tartufo e della tartuficoltura.

 

PRESIDENZA FNATI

 

NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO - MANDATO 2018-2020

 

Sabato 15 aprile 2018, FNATI si è riunita nella splendida cornice del Parco 1° maggio, di Fosso Ghiaia in comune di Ravenna, allo scopo di assegnare le cariche sociali del nuovo Consiglio direttivo che resterà in carica per un triennio.

Questi sono i nuovi membri del consiglio direttivo eletto all’unanimità:

Presidente del Consiglio direttivo:

 

FABIO CERRETANO, presidente di AMTA, Ass. Micologica Tartufai Abruzzesi, Via Ortonese, 50/ B-C – 66036 Orsogna (CH). Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel. 348.8347762.

Vice presidente:

 

AGOSTINO APRILE, Via Montello, 2 – 12046 Montà (CN) – Tel. 0173.976307 – 330.667680 – E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presidente Ass. Trifulau Alba – C/o C. I. A. Via V. Emanuele, 19 - 12046 Montà (CN)

Vice presidente:

 

ERMINIO BARNA - Via Cavour, 5/E – 33097 Spilimbergo (PN) – Tel. 335.6033233 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presidente Ass. Tartufai Friuli Venezia Giulia – Via Cavour, 5/E . 33097 Spilimbergo (PN) . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Vice presidente

 

LEO DALESSANDRO – Via Bellavista, 35 – 65027 Scafa (PE) – Tel. 347.2407703 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Presidente Ass. Tartufai Val Pescara C/o indirizzo presidente.

Segretario:

 

LUIGI PELLICONI – Via dell’Acero, 1 – Fraz. Belricetto – 48022 Lugo (RA) – Tel. e fax 0545.77110 – 339.3546640 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presidente Ass. Tartufai Ravenna – Piazza Monti, 3 – Alfonsine (RA).

Consigliere:

 

MAURIZIO BAZZANO – Loc. colletto, 2 – 17058 Dego (SV) – Tel. 333.1035799 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Presidente: Ass. Tartufai e Tartuficoltori Liguria – Millesimo (SV) – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consigliere:

 

LAURA GIANNETTI – Via Virgilio, 146 – 50025 Montespertoli (FI) – Tel. 338.9662231 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consigliere Ass. Tartufai Colline Bassa Val d’Elsa – Certaldo (FI).

Consigliere:

 

VALTER PIERONI – Via Monte Maggiorasco, 18 – 43035 Felino (PR) – Tel. 339.7255507 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Altri incarichi:

Collegio dei probiviri:

 

MORENO MORONI - AR

 

GIANFRANCO NAPOLI – PG

 

BRUNO SABELLA – MO

Direttore editoriale Rivista “Il Tartufaio Italiano” :

 

BRUNO SABELLA – Presidente onorario FNATI – Tel. 0536.957275 – 349.6366995 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Presidente Ass. Tartufai Modenese

Delega realizzazione e gestione Rivista “Il Tartufaio Italiano” e Polizza del Tartufaio Unipol-Sai.

 

Deleghe:

Direttore editoriale: rivista “Il Tartufaio Italiano”.

Gestione Polizza del tartufaio.

GETT & CRETT.

Campionato italiano cani da tartufo.

Rif. Tel. e fax 0536.957275 – 349.6366995 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

FNATI è riuscita a darsi un’organizzazione funzionale ed efficace volta a tutelare la figura del Tartufaio, soggetto che generalmente s’interessa solo della ricerca e della raccolta del tartufo, attività più gratificante.

Il tartufaio pensa che la libera ricercare dei tartufi sia un diritto inalienabile ed eterno.

Non è proprio cosi! A datare dal 1985, anno in cui è stata redatta la legge 752, che regola la ricerca, la raccolta e il commercio dei tartufi, si sono avute decine d’attacchi alla libera ricerca da parte delle organizzazioni agricole e del mondo del commercio. In Parlamento, giacciono voluminosi pacchi di proposte di modifica all’attuale legge, che grazie al nostro intervento non sono andate a buona fine.

Il tentativo di chi non ci ama, è di fare del tartufo un prodotto agricolo e di riservarne la raccolta ai proprietari dei fondi.

Le Associazioni locali e la Federazione si sono sempre opposte a queste proposte di modifica alla Legge 752/85, garantendo così ai tartufai la possibilità di esercitare la loro bella attività.

Anche nel 2013 FNATI ha respinto a fatica, ma con successo, ben due proposte orientate nel senso da noi indesiderato.

La Federazione opera grazie alle sole quote sociali degli iscritti.

Invitiamo pertanto i tartufai a iscriversi alle associazioni locali, per sostenerle finanziariamente al fine di tutelare i vostri interessi e soprattutto quelli del tartufo italiano e del suo ambiente.